a cura della redazione | Esattamente un secolo fa, nel 1918, fu istituita la Repubblica Popolare Ucraina Indipendente e, come ovvio, tra le varie affermazioni della nuova identità nazionale furono emessi una serie di cinque francobolli definitivi. All’inizio, i cinque valori vennero stampati senza perforazione e su carta sottile e poi su carta più spessa con perforazioni.

La prima serie di francobolli dell’Ucraina risale al 1918 ed era formata da cinque valori

I francobolli da 10 e 20 shah vennero disegnati dall’artista Anton Sereda mentre i francobolli da 30, 40 e 50 shah furono opera di Heorhiy Narbut, un maestro grafico e preside dell’Accademia di Belle Arti ucraina di Kiev.

La moneta “affrancata” appena emessa da Kiev

Dettagli di due di quei cinque primi francobolli ucraini li ritroviamo in una moneta in cupronichel appena emessa (il 25 settembre scorso) dalla National Bank of Ukraine.

Del valore nominale di 5 hryven, la moneta misura 35 millimetri per 16,54 grammi (bordo rigato) ed è stata coniata dalla zecca nazionale in 45 mila esemplari con finitura BU.

La sua particolarità sta nell’avere come soggetto del dritto, inciso sul metallo, un dettaglio del ritratto femminile ornato da una corona di fiori – parte del costume tipico delle donne ucraine – che campeggiava sul valore da 30 shah.

viceversa, al rovescio è stato riprodotto integralmente, con tecnica di applicazione cromatica e con un risultato affatto sgradevole, il valore più elevato di quella storica, prima serie filatelica di Kiev, i 50 shah rosso vivo.