Dopo l’errore, il DIFETTO DI CONIO: non c’è pace per ITALO CALVINO…

1011
difetto di conio 5 euro calvino argento italia zecca

Mancanze di metallo sul tondello: questo il difetto di conio che ci segnala un lettore sulla commemorativa in argento della divisionale 2023

 

a cura della redazione | È proprio il caso di dirlo: non c’è pace per la moneta d’argento da 5 euro che la Zecca ha inserito nella divisionale 2023 nove valori fior di conio. La commemorativa per Italo Calvino, infatti, dopo essere stato presa di mira dal momento che la città raffigurata al rovescio non è San Remo – cui lo scrittore era legatissimo – ma la francese Mentone (leggi qui), adesso si scopre che porta anche un difetto di conio. Non su tutti i 9000 esemplari, beninteso, ma su alcuni – come quello segnalato dal lettore Mario Greco – il tondello mostra infatti delle evidenti mancanze di metallo.

difetto di conio 5 euro calvino argento italia zeccaCi scrive il nostro lettore: “A titolo di informazione per voi e tutti i lettori, vi comunico che oggi ho ricevuto due serie divisionali Italia 2023 con argento che ho acquistato presso un commerciante; in una guardando la moneta da 5 euro Italo Calvino mi sono reso conto che ha un difetto di conio, anzi due, che vi evidenzio nella foto in allegato, uno simile se non uguale a quello che avete pubblicato nell’articolo relativamente ai 5 euro Dante e un secondo nella lettera A finale di “ITALIANA”. La confezione della divisionale è immacolata e questo mi fa pensare che il problema nasca all’origine, cioè presso la Zecca. Voi cosa consigliate di fare in questo caso?”

difetto di conio 5 euro calvino argento italia zeccaA quanto sembra dalla foto, sul volto di Italo Calvino sembra esservi proprio una mancanza di metallo, come del resto sulla legenda del contorno. Duedifetti nativi del tondello, pare, sfuggiti al controllo qualità. Oppure delle abrasioni che si sono prodotte successivamente per ragioni ignote? Impossibile accertarlo.

Cosa fare, dunque? Consigliamo di contattare la Zecca su info.shop@ipzs.it: per quanto a nostra memoria, non è mai esistito un servizio di “reso” per prodotti numismatici difettosi e inoltre, nel caso, doveva essere il commerciante o chi ha acquistato le serie alla fonte a fare reclamo. Ma non si sa mai, ci sta anche che – rilevato il difetto di conio all’origine sulla moneta del signor Greco – il servizio clienti decida di ritirare la serie “fallata” e sostituirla con una, è il caso di dirlo, “nuova di zecca”!