Un raro “trade dollar” cinese del 1899, originale e contromarcato: porta impresso al dritto l’emblema del drago

di Mathias Paoletti | “È con orgoglio e piacere – fa sapere in una recente nota The East India Company – inviarvi notizie sulle nostre nuovissime monete per collezionisti in oro e argento proof emesse dal Tesoro di Niue Island in collaborazione con la nostra compagnia”.

Le nuove monete, nella fattispecie, rappresentano la terza “tappa” di una serie che, una volta completata, includerà i soggetti raffiguranti cinque tra i più noti e ricercati dollari commerciali (i cosiddetti Trade Dollar).

Questa moneta della serie, in particolare, presenta un design impressionante, quello apparso sui primi dollari commerciali ufficiali emessi in Cina tra il 1889 e il 1911.

Il design ricrea fedelmente l’impressionante motivo del drago originariamente impresso su quelle monete. Il lato opposto include, invece, l’anno di emissione 2019 e un’effige di sua maestà la regina Elisabetta II, opera dello scultore britannico Ian Rank Broadley.

La Trade Dollar Collection è un tributo alle monete che hanno sostenuto tra XIX e XX secolo il commercio internazionale in vastissime parti del mondo. In Cina, ad esempio fu nel 1889 che le monete commerciali d’argento furono coniate, nella provincia di Kwangtung, in una zecca dotata di tecnologie occidentali e appositamente costruita.

Il dollaro commerciale in versione a stelle e strisce millesimato 1875

Due le versioni prodotte quest’anno: il dollaro d’argento 999 millesimi da un’oncia di peso e 38,6 millimetri di diametro (1.888 pezzi coniati) e i preziosi 250 dollari oro 999, sempre da un’oncia di peso e rifiniti proof nel diametro di mm 32,0; 288, di questa versione, gli esemplari coniati.

La versione 2019 del dollaro di commercio cinese emessa da Niue tramite East India Company
Il dollaro del dragone in versione proof nel suo astuccio

Il set da cinque monete, una volta completato, comprenderà esemplari che replicano in modo moderno i famosi dollari commerciali della Gran Bretagna, degli Stati Uniti d’America, della Cina, della Francia e del Giappone.

Ciascuna moneta è confezionata in un astuccio con lo storico marchio della Compagnia delle Indie Orientali – su misura in base all’opzione, oro o argento – e accompagnata da un opuscolo che illustra la storia che sta dietro al design. Più avanti, nel corso dell’anno, verrà anche emesso un dollaro in argento BU per i collezionisti di once.