“ROMBO DI MOTORI” al Lido, un percorso fatto di MEDAGLIE

174
lido venezia motori motoscafo aeroplano, auto rally motocicletta medaglie

Aerei e motoscafi, motociclette e auto: il Lido di Venezia ha spesso udito il rombo dei motori in gare di grido ricordate da coniazioni altrettanto di prestigio

 

a cura della redazione | Torniamo con piacere a riproporvi un contributo da Lido di oggi Lido di allora, rivista annuale che viene pubblicata dal 1987 e che intende riscoprire, storicizzare e valorizzare la storia passata e presente del Lido di Venezia.

Ideata da Giorgio Pecorai (scomparso nel 2009) e con il contributo fondamentale della figlia Patrizia, la rivista è diretta oggi da Massimo Tonizzo per Edizioni Atiesse. E tra le firme di Lido di oggi Lido di allora c’è anche Leonardo Mezzaroba, nostro collaboratore e studioso di medaglistica tra i più preparati del panorama non solo italiano.

rombo di motori al lido di veneziaRingraziando come di consueto l’autore e l’editore della rivista siamo lieti di mettervi a disposizione un nuovo contributo di “medaglistica del Lido” tratto dal n. 38 del 2022 e dal titolo “Rombo di motori” al Lido, un percorso attraverso le medaglie (per scaricare il Pdf completo clicca qui).

“In questo articolo – scrive Leonardo Mezzaroba – vengono proposti avvenimenti che presentano, come denominatore comune, il mondo dei motori; si tratta di vicende che ebbero come sede privilegiata il cielo, la terra, la laguna e il mare del Lido di Venezia.

Per dare un certo ordine a questa rassegna, si è ritenuto opportuno distribuire le vicende in quattro sezioni: aeronautica, motonautica, automobilistica e, per quanto ridotta, motociclistica. A farci da guida, tra questi episodi, a volte eroici, spesso avventurosi e comunque curiosi, saranno le medaglie, le placchette e distintivi emessi in quelle occasioni e che ne serbano memoria”.

Dal pionieristico Circuito aereo del 1911 alla Coppa Schneider, dalle gare di motoscafi in Laguna al Primo “rellye” (sic) automobilistico, il rombo dei motori si mescola dunque alla storia del Lido di Venezia e al rumore delle presse da conio da cui sono usciti dei piccoli capolavori in metallo destinati a portare memoria di eventi sportivi che, all’epoca, fecero notizia in Italia e non solo (per scaricare il Pdf completo clicca qui).