PREMIO TRAINA, l’Accademia lancia il bando della QUINTA EDIZIONE

90

È aperto alle tesi di laurea di argomento numismatico discusse tra il 2020 e il 2022 il bando del Premio Traina: tutte le informazioni per partecipare

 

a cura della redazione | Una bella tradizione ormai consolidata e che si ripete: l’Accademia italiana di studi numismatici bandisce infaatti una nuova edizione del Premio Traina riservata alle tesi di laurea di argomento numismatico, per questa quinta edizione le tesi discusse negli anni solari dal 2020 al 2022.

Michele Chimienti, presidente dell'Accademia che ha lanciato la quinta edizione del Premio Traina per tesi di laurea in numismatica
Michele Chimienti, presidente dell’Accademia che ha lanciato la quinta edizione del Premio Traina per tesi di laurea in numismatica

Termine ultimo per la partecipazione, secondo le regole di bando sotto riportate, il 28 febbraio 2023 per questo riconoscimento che nel tempo ha premiato numerosi giovani ricercatori; senza dimenticare le borse di studio che, come sottolinea il presidente dell’Accademia Michele Chimienti, “hanno permesso a sei studiosi di partecipare al recente Congresso internazionale di numismatica che si è tenuto a Varsavia”.

Un bel modo di supportare la cultura e la ricerca nel settore numismatico, anche tenuto conto che per la quinta edizione del Premio Traina l’associazione ha instaurato partnership con soggetti professionali e altri sodalizi che hanno contribuito alla formazione dei premi: la Numismatica Ranieri, Artemide Aste e Nomisma Aste. Senza contare il Gruppo “Quelli del Cordusio”.

Ecco il testo integrale del bando del quinto Premio Traina.

  1. L’Accademia italiana di studi numismatici (AISN), allo scopo d’incentivare la cultura numismatica e diffondere questo genere di studi, indice il quinto Premio Traina, riservato a tesi numismatiche (triennale o specialistica) discusse in un istituto universitario italiano nel corso degli anni solari 2020, 2021 e 2022.
  2. Sono esclusi dal concorso i membri dell’ Accademia italiana di studi numismatici e le tesi il cui relatore o correlatore faccia parte dell’ Accademia italiana di studi numismatici oppure sia un membro della Commissione giudicatrice. Non può essere presentata una tesi di laurea che sia già stata premiata nel corso di una precedente edizione del Premio Traina.
  3. La tesi di laurea (si prescinde dal numero delle pagine) dovrà trattare un argomento attinente all’ambito numismatico, tratto dal mondo classico, tardo antico, medievale, moderno, contemporaneo.
  4. La tesi (presentata da una relazione accompagnatoria del docente tutor) dovrà essere inviata in formato digitale al seguente indirizzo email: premiotraina@gmail.com entro e non oltre il 28 febbraio 2023; per l’invio del testo della tesi, in PDF, si possono utilizzare i programmi disponibili online per il trasferimento di file molto pesanti, come ad esempio WeTransfer o similari.
  5. I concorrenti dovranno inviare allo stesso indirizzo email di cui sopra, anche una domanda di partecipazione al Quinto Premio Traina specificando le proprie generalità con recapito domiciliare esatto, compresi numeri telefonici, indirizzo email, anno e voto di laurea e titolo della tesi. Inoltre, si richiede che il relatore della tesi invii, dal proprio indirizzo email istituzionale o eventualmente da altro indirizzo email proprio, una lettera di presentazione del concorrente e della tesi stessa al seguente indirizzo premiotraina@gmail.com; è indispensabile che, nella email che accompagna la lettera di presentazione, il relatore riporti una dichiarazione in cui è espresso il voto di laurea ottenuto dal concorrente. La documentazione dovrà pervenire completa entro e non oltre il 28 febbraio 2023.
  6. La Commissione giudicatrice sarà composta da tre membri esterni Accademia italiana di studi numismatici (Michele Asolati, professore di Numismatica presso l’Università di Padova; Cristina Crisafulli, conservatrice del Gabinetto numismatico del Museo Correr di Venezia; Paola Giovetti, direttrice del Museo Civico Archeologico di Bologna) e da quattro membri del Consiglio direttivo dell’Accademia (Bernardino Mirra, Beniamino Russo, Luciano Giannoni e Giovanni Battista Vigna). Il giudizio della Commissione è insindacabile e inappellabile.
  7. I primi due classificati saranno premiati con due (2) sterline d’oro, il primo, e una (1) sterlina d’oro, il secondo.
  8. Ai concorrenti che ne facciano richiesta, verrà inviata la menzione di partecipazione al concorso. La premiazione avverrà in data e con modalità da determinare.