Rovereto: è firmato da Elisa Curti il modello per la nuova medaglia

235

Il CCNFR ha scelto il modello per la nuova medaglia che sarà emessa in ottobre perpetuando una lunga tradizione

 

di Mathias Paoletti | Settanta studenti delle classi prime e seconde dell’Istituto delle arti “Fortunato Depero” di Rovereto sono state coinvolte nela creazione di un bozzetto dedicato alla Convenzione internazionale sui diritti dei fanciulli.

Il bozzetto sarà utilizzato dal Circolo culturale numismatico filatelico roveretano per il conio della medaglia in occasione della XXV Mostra (4-6 ottobre 2019), dedicata al 30° anniversario della Convenzione internazionale voluta di sindaci d’Italia e firmata a Rovereto in occasione del convegno tenuto dal 27 al 29 ottobre 1989.

Da Rovereto al Palazzo di Vetro dell'ONU, sono passati trent'anni dallo storico documento sui diritti dell'infanzia
Da Rovereto al Palazzo di Vetro dell’ONU, sono passati trent’anni dallo storico documento sui diritti dell’infanzia

Il sindaco Renzo Michelini, il presidente della Round table Alberto Leoni, gli allora bambini Samuele Barba e Michele Cestaro, erano andati in missione presso l’Assemblea generale dell’ONU di New York.

Nella metropoli americana, il 20 novembre si svolsero la discussione e la votazione del documento stilato dall’UNICEF italiana.

La Commissione ha preso visione degli elaborati e dopo approfondita discussione ha decretato prima classificata Elisa Curti (II B), seconda Vanessa Acquaviva (I D) e terza classificata Alice Comper (I A).

Il modello vincente, che verrà utilizzato per la medaglia, si impone per una forte capacità di sintesi plastica. Infatti il racconto è attraversato da una forte carica simbolica: la campana della pace, costruita con il bronzo dei cannoni, protegge ed accoglie i bambini che si danno la mano in una catena di solidarietà.

Il consueto rovescio delle medaglie edite dal CCNFR
Il consueto rovescio delle medaglie edite dal CCNFR

Due elementi figurativi, stilizzati con tensione compositiva e al tempo stesso con efficace semplicità, appaiono più che sufficienti a riassumere i motivi della celebrazione.

I docenti coinvolti nel progetto sono stati Luisa Vanzetta, Enrico Morelli, Fabiola Riela, Fernando di Stefano e Marco Tita insieme al responsabile progetti esterni dell’Istituto Lorenzo Manfredi e al dirigente Roberto Pennazzato.

La Commissione per la scelta del modello era formata da Mario Cossali, Nereo Costantini e Marco Turella. Al rovescio, come ogni anno, figurerà il logo del CCNFR.