Una BANCONOTA per Niccolò COPERNICO a 550 anni dalla nascita

479

Un biglietto commemorativo da 20 zloty emesso dalla Polonia per Niccolò Copernico, astronomo e matematico che rivoluzionò la visione del cosmo

 

di Mathias Paoletti | Nasceva a Toruń, città polacca lungo le rive della Vistola, il 19 febbraio 1473, Niccolò Copernico, astronomo e matematico passato alla storia per aver propugnato, difeso e definitivamente mostrato l’evidenza del sistema eliocentrico contro quello geocentrico, fino ad allora sostenuto in Europa.

Ritratto di Copernico risalente al 1580 e conservato nel castello polacco di Toruń, città natale del grande scienziato
Ritratto di Copernico risalente al 1580 e conservato nel castello polacco di Toruń, città natale del grande scienziato

Benché non sia stato il primo a formulare tale teoria, Copernico fu colui che rigorosamente riuscì a dimostrarla tramite formule matematiche.

Oltre che alla matematica e all’astronomia, Copernico si dedicò agli studi più disparati: fu medico, teologo, giurista, diplomatico e perfino economista. Nel 1491 si iscrisse  all’Università di Cracovia, dal 1501 studiò medicina a Padova e nel 1503 si specializzò in diritto canonico a Ferrara.

A Bologna, infine, si interessò alla geografia e all’astronomia sotto la guida di Domenico Maria da Novara di cui fu assistente e collaboratore.  Basandosi su osservazioni effettuate a occhio nudo, dal 1515 Niccolò Copernico prese ad esporre la sua teoria eliocentrica, che poneva cioè il Sole – e non più la Terra – al centro dell’Universo delineandone i principi in un breve trattato, noto come Commentariolus.

Una moneta polacca da 10 zloty del 1967 con al rovescio il ritratto di Copernico: coniata in rame-nichel, ha diametro di 28 millimetri e pesa 9,5 grammi. Dal 1959 al 1965 ne venne coniato un tipo simile, ma con peso e diametro maggiori
Una moneta polacca da 10 zloty del 1967 con al rovescio il ritratto di Copernico: coniata in rame-nichel, ha diametro di 28 millimetri e pesa 9,5 grammi. Dal 1959 al 1965 ne venne coniato un tipo simile, ma con peso e diametro maggiori

L’esposizione dettagliata della teoria copernicana avvenne invece nella sua opera principale, il De revolutionibus orbium coelestium pubblicata nel 1543, anno della sua morte. Oggi, a 550 anni dalla nascita, dopo avergli dedicato vari omaggi in tondello e il banconota, la Polonia lo ricorda anche con un nuovo biglietto commemorativo da 20 zloty, polimerica, stapata senza filigrana nè filetto di sicurezza nel formato 150×77 millimetri.

Il fronte della banconota commemorativa appena emessa dalla Narodowy Bank Polski con facciale di 20 zloty: il ritratto di Copernico è abbinato a richiami alla sua teoria astronomica
Il fronte della banconota commemorativa appena emessa dalla Narodowy Bank Polski con facciale di 20 zloty: il ritratto di Copernico è abbinato a richiami alla sua teoria astronomica

Stampata a toni di verde, azzurro, rosso e marrone, sul fronte la banconota per Coperinco riporta lo stemma nazionale polacco con aquila coronata, un quadrante stilizzato e un frammento del sistema eliocentrico oltre a un celebre ritratto di Niccolò Copernico.

Sul retro della banconota per il padre della teoria eliocentrica, che rappresentò un'autentica rivoluzione, alcune monete polacche del XVI secolo, epoca in cui visse il grande scienziato
Sul retro della banconota per il padre della teoria eliocentrica, che rappresentò un’autentica rivoluzione, alcune monete polacche del XVI secolo, epoca in cui visse il grande scienziato

Il retro è a tema numismatico, oltre che astronmico, dal momento che raffigura monete polacche del tempo di Copernico oltre ad un altro frammento della schematizzazione del sistema eliocentrico; completano la composizione dei decori tratti Capitolo della Cattedrale del Castello di Varmia, a Olsztyn.