INAUGURAZIONI al LIDO di VENEZIA, tante storie in MEDAGLIA

383

Per voi un nuovo studio sulla medaglistica legata Lido di Venezia, raccontato attraverso coniazioni d’autore, distintivi, memorabilia e documenti

 

a cura della redazione | Come ormai i nostri lettori sanno, Lido di oggi Lido di allora è una rivista annuale che viene pubblicata dal 1987 e che intende riscoprire, storicizzare e valorizzare la storia passata e presente del Lido di Venezia.

Ideata da Giorgio Pecorai (scomparso nel 2009) e con il contributo fondamentale della filia Patrizia, la rivista è diretta oggi da Massimo Tonizzo per Edizioni Atiesse. E tra le firme di Lido di oggi Lido di allora c’è anche Leonardo Mezzaroba, nostro collaboratore di lunga data e studioso di medaglistica tra i più preparati del panorama non solo italiano.

lidoRingraziando l’autore e l’editore della rivista siamo oggi lieti di mettervi a disposizione un terzo contributo di “medaglistica del Lido” tratto dal n. 37 del 2021 e dal titolo Fondazioni, inaugurazioni e rinnovamenti a Lido attraverso le medaglie.

“Questo articolo – scrive Mezzaroba – prende spunto da una serie di medaglie lidensi legate alla posa della prima pietra di un edificio o di una struttura architettonica (chiesa o diga che sia) oppure alla inaugurazione di un complesso pubblico o privato (da un grande stabilimento balneare a un lussuoso albergo e via dicendo), senza trascurare le circostanze legate alla riapertura di luoghi di divertimento o di circoli culturali e sportivi.

Insomma una carrellata di avvenimenti molto vari, riconducibili alla sfera della religione, della politica, della tutela dell’ambiente, della cultura e dello svago, ma accomunati dal fatto di essere rievocati attraverso la particolare testimonianza offerta dalla combinazione di iconografia e iscrizione propria della medaglia“.

A voi il piacere di una lettura che ci porta in Laguna fra mondanità, opere pubbliche e personaggi celebri o meno noti che hanno “abitato” il Lido e ne hanno fatte la storia e l’identità: per scaricare il Pdf cliccate qui.