Wojtyla, Ratzinger e Bergoglio: un’ASTA per gli EURO dei papi

573

Fino al 19 marzo su Catawiki un’asta dedicata agli euro dei papi con esemplari rari e a tiratura limitata, monete commemorative e confezioni speciali

 

di Jacopo Corsi | Il papa di Roma, sommo pontefice della Chiesa cattolica, oltre al suo potere spirituale ha sempre ricoperto anche un ruolo più prettamente politico di capo di Stato: sovrano dello Stato Pontificio prima dell’Unità d’Italia e, dal 1929, guida dello Stato della Citta del Vaticano nato dai Patti Lateranensi.

E come ogni sovrano regnante, anche il pontefice ha la prerogativa di battere moneta con la propria effige. Per il Vaticano questo diritto è reso possibile dalla convenzione monetaria sottoscritta con l’Italia sin dalla creazione dello Stato più piccolo del mondo, in seguito modificata e aggiornata a più riprese fino al 2002, quando anche lo Oltretevere ha emesso euro come proprie monete, pur non essendo membro effettivo dell’Eurozona.

La rarissima 100 euro in oro proof del 2010, anno VI di pontificato di Benedetto XVI, è dedicata al "Giudizio Universale" affrescato da Michelangelo nella Sistina: è offerta da Catawiki nell'asta di monete euro dei papi
La rarissima 100 euro in oro proof del 2010, anno VI di pontificato di Benedetto XVI, è dedicata al “Giudizio Universale” affrescato da Michelangelo nella Sistina: è offerta da Catawiki nell’asta di monete euro dei papi

Dall’introduzione della moneta unica europea, sono tre i papi ad essere stati raffigurati sulle monete in euro vaticane: Giovanni Paolo II, Benedetto XVI e Francesco. Tanti i nominali prodotti per gli euro dei papi: dal 2002 vengono emesse ogni anno le serie divisionali (monete da 1 centesimo a 2 euro) in versione fior di conio e fondo specchio; dal 2004 viene coniata una moneta commemorativa da 2 euro all’anno (dal 2016 diventano due all’anno), commercializzata in folder o in buste filatelico-numismatiche.

Sempre dal 2002 vengono coniate anche monete in argento per collezionisti da 5 e 10 euro e in oro da 20 e 50 euro. Dal 2008 si inizia la coniazione della moneta aurea da 100 euro a cui si affianca, dal 2012, il massimale aureo da 200 euro, dal peso di ben 40 grammi e coniato in appena 499 pezzi per ciascuna emissione.

Tante, poi, anche le novità introdotte negli ultimi anni sotto il pontificato di Francesco, a partire dalla sua decisione del 2017 di non voler più venire raffigurato sulle monete; il suo ritratto è infatti ora sostituito dallo stemma personale.

Due fra le serie divisionali di euro dei papi in asta online su Catawiki: a sinistra la prima proof della storia, quella del 2002 di papa Wojtyla, e a destra quella rarissima del 2011 con medaglia in oro a nome di Benedetto XVI
Due fra le serie divisionali di euro dei papi in asta online su Catawiki: a sinistra la prima proof della storia, quella del 2002 di papa Wojtyla, e a destra quella rarissima del 2011 con medaglia in oro a nome di Benedetto XVI

Dal 2018 sono state poi introdotte nella serie di euro dei papi le monete in argento con raffinate finiture in oro e le monete bimetalliche da 5 euro; dal 2020 si coniano anche i nominali da 10 e 20 euro in rame. Ultima novità in ordine di tempo è quella della moneta rettangolare e colorata da 25 euro, in argento, da subito apprezzatissima sia dal mercato che dai collezionisti.

Proprio per celebrare i primi dieci anni di pontificato di Jorge Bergoglio dalla data della sua elezione (2013-2023), Catawiki ha deciso di dar vita a un’asta di monete  interamente dedicata alle emissioni denominate in euro dei papi.

L’asta, aperta per le offerte dal 10 al 19 marzo, offre una ampia selezione delle emissioni degli ultimi tre pontefici e delle sedi vacanti. Sono presenti i 2 euro commemorativi, sia in folder che in buste filatelico-numismatiche, un’ampia selezione di monete da 5 e 10 euro in argento, oltre alle coincard, ai volumi numismatici e ad alcune recenti medaglie papali.

Massimale della serie euro dei papi, il taglio da 200 euro è proposto qui nell'edizione 2014  con ancora il ritratto di papa Francesco, prima che il pontefice decidesse di sostituire il proprio volto in moneta con lo stemma araldico
Massimale della serie euro dei papi, il taglio da 200 euro è proposto qui nell’edizione 2014 con ancora il ritratto di papa Francesco, prima che il pontefice decidesse di sostituire il proprio volto in moneta con lo stemma araldico

Immancabili poi le serie divisionali annuali, di cui sono presenti sia la versione fior di conio, quella proof ordinaria e quella proof con la moneta in oro da 50 euro. Presenti anche le due rarissime serie fondo specchio del 2010 e del 2011, prodotte in appena 300 esemplari ciascuna, arricchite da una importante medaglia aurea.

Rendono ancora più interessante la vendita i prestigiosi e raffinati esemplari da 100 euro in oro raffiguranti particolari degli affreschi dei Palazzi Vaticani e rappresentazioni degli Evangelisti, tutti proposti negli eleganti cofanetti ufficiali e accompagnati dai certificati. Presenti anche cinque rari esemplari da 200 euro, raffiguranti le Virtù cardinali e teologali, di difficile reperibilità e di altissimo valore di catalogo.

Si tratta di un’occasione unica per arricchire la propria collezione di monete in euro del più piccolo stato del mondo, con esemplari sia comuni che di difficile reperibilità sul mercato, ma tutti accomunati dalla grande qualità artistica delle rappresentazioni figurative.