mercoledì 28 Febbraio 2024 - 09 : 36 - Europe/Rome

Due euro

Andorra ricorda con una 2 euro il valore dei diritti umani
di Mathias Paoletti | “Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti. Essi sono dotati di ragione e di coscienza e devono agire gli uni verso gli altri in spirito di fratellanza”. Così recita il primo articolo della Dichiarazione universale dei diritti umani, documento adottato...
Con la Semgallia la Lituania conclude la serie dei 2 euro regionali
di Mathias Paoletti | La Costituzione della Lettonia riconosce quattro regioni: Curlandia, situata nella parte occidentale del paese; Letgallia, è la parte della Livonia passata sotto dominio polacco in seguito al Trattato di Altmark del 1629; Semgallia che è la parte centrale del paese, è delimitata a ovest dalla...
Dal Belgio 2 euro per il mezzo secolo di Europa nello spazio
di Mathias Paoletti | Il 17 maggio di cinquanta anni fa veniva lanciato IRIS (International Radiation Investigation Satellite), il primo satellite europeo: era dedicato alle ricerche sul vento di particelle e raggi X emessi dal Sole. Noto anche come ESRO-2B, dal nome dell'allora Organizzazione Europea per la Ricerca Scientifica (European...
Prosegue la serie maltese dedicata ai templi preistorici
a cura della redazione | Il  20 luglio è stata ufficialmente emessa la moneta commemorativa da 2 euro di Malta della serie Prehistoric Temples of Malta si dedica ai Templi di Mnajdra. Il soggetto della faccia nazionale, infatti, mostra i templi maltesi preistorici di Mnajdra, patrimonio mondiale dell'UNESCO. Mnajdra...
2 euro maltesi
di Mathias Paoletti | Nella serie Bambini e solidarietà, Malta ha presentato lo scorso 9 luglio il bozzeto della terza moneta commemorativa da 2 euro sul tema del patrimonio culturale. Tutti i disegni della serie provengono da una competizione tra studenti delle scuole superiori di Malta. La faccia nazionale della...
un grande scultore per i 2 euro di Monaco
a cura della redazione | Nato nel Principato di Monaco nel 1768, François Joseph Bosio mostrò fin dalla giovinezza una propensione verso le arti e ricevette una borsa di studio dal principe Honoré I per studiare a Parigi con il grande scultore Augustin Pajou. Dopo un breve servizio nell'esercito...