Home Rubriche Il linguaggio delle monete

Il linguaggio delle monete

Quei “MILLE SCUDI” che fanno onore alla MADONNA DELLA STECCATA

Su importanti monete della dinastia Farnese per Parma appare la Madonna della Steccata, cui furono devoti molti membri della nobile famiglia   di Roberto Ganganelli |...

E il VECCHIO PAPA disse: “Mi sazierò della tua GLORIA”

Clemente X Altieri venne eletto in tarda età e un suo raro testone sembra inneggiare alla gloria di Dio come unico fine del suo...

Il “piede sicuro” di ALESSANDRO I PICO della MIRANDOLA

Una rara ed enigmatica moneta di Alessandro I Pico esalta la concessione del titolo ducale su Mirandola con un’allegoria di grande eleganza   di Roberto Ganganelli...

Una bellissima MONETA DI URBINO con san Tommaso e la Resurrezione

San Tommaso che tocca il costato di Cristo, simbolo dell’umana incredulità di fronte alla Resurrezione: questo il soggetto di una rara moneta urbinate   di Roberto...

Quel MOTTO NASCOSTO per difendere LE COSE GIUSTE

Sulla ghiera di una serie di monete del Lombardo Veneto uno “slogan” in difesa delle “cose giuste” che Ferdinando I aveva intenzione di difendere   di...

“Non ti smagare…”: perché quel MOTTO per le MONETE dei TRIVULZIO?

Da Gian Giacomo “il Magno” agli epigoni della famiglia Trivulzio, “Non ti smagare” si ritrova su monete minori come su rarissime emissioni d’ostentazione in...

Con un DUCATO D’ORO… “cancellerò il nome di BABILONIA”

Perché Luigi XII di Francia, in una coniazione aurea per il Meridione d’Italia, chiama in causa niente meno cha la mitologica, antica Babilonia?   di Roberto...

GIOIA per TUTTI? No, soltanto per chi può permettersela…

Quando Filippo II coniò per la prima volta a Napoli i ducati d’argento di grande modulo volle auspicare per i suoi sudditi gioia e...

SILVESTRO VALIER, il papà e la dogaressa per tre OSELLE “AD PERSONAM”

Due vittorie nella Guerra contro i Turchi, aquile araldiche e propaganda sulle prime oselle emesse a nome del doge Silvestro Valier   di Roberto Ganganelli |...

Le BARBARINE di Vincenzo I Gonzaga e quel misterioso GIRASOLE

Un eliotropio campeggia sulle barbarine, monete in argento coniate a Mantova tra la fine del XVI e l’inizio del XVII secolo a nome di...