MACCAGNO IMPERIALE, un weekend all’insegna delle MONETE

171

La manifestazione Maccagno Imperiale dell’1-2 ottobre darà ampio spazio alla storia della zecca aperta quattro secoli fa e alle sue rare coniazioni

 

a cura della redazione |  Segnaliamo con piacere un’iniziativa di rievocazione storica dallo spiccato carattere numismatico che si terrà sabato 1 e domenica 2 ottobre a Maccagno con Pino e Veddasca, in provincia di Varese.

Per festeggiare il 400° anniversario della zecca di Maccagno Inferiore, creata con diploma imperiale rilasciato il 16 luglio 1622 da Ferdinando II d’Asburgo al conte Giacomo III Mandelli, il Comune e la locale Pro loco dedicheranno l’annuale rievocazione storica denominata Maccagno Imperiale a questa istituzione e alle monete che vi furono coniate.

L'ampio studio sulle monete e la zecca di Maccagno Inferiore realizzato da Luca Gianazza
L’ampio studio sulle monete e la zecca di Maccagno Inferiore realizzato da Luca Gianazza

Tra le manifestazioni previste vi saranno due conferenze nel pomeriggio di sabato 1° ottobre, a partire dalle 16.30. La prima sarà tenuta dal noto ricercatore Luca Gianazza ed esaminerà gli aspetti legati all’attività di una piccola zecca del Seicento, dall’organizzazione del lavoro all’approvvigionamento dei metalli, alle maestranze che vi hanno lavorato.

La seconda a cura di Alessandro Bona, laureato presso l’Università Cattolica di Milano e archeologo spesso impegnato in scavi nel vicino castrum di Castelseprio, avrà invece il compito di fornire un inquadramento della moneta in uso nel territorio dall’età romana fino alla vigilia dell’istituzione della zecca di Maccagno Inferiore.

“Il luogo in cui si terranno queste conferenze – fanno sapere gli organizzatori – è particolarmente carico di significati e di memorie legate alla moneta: l’Albergo Torre imperiale di Maccagno, che in passato fu proprio la sede della zecca dei conti Mandelli.

Per le conferenze è stato scelto un format colloquiale, con gli autori che converseranno col pubblico presente in sala, concludendosi poi con un aperitivo aperto ai partecipanti durante il quale sarà possibile approfondire in modo amichevole gli aspetti trattati nei due interventi”.

Un curioso esemplare di sesino in rame, di forma quadrangolare, coniato a nome di Giacomo III Mandelli (1618-1645) nella zecca di Maccagno Inferiore
Un curioso esemplare di sesino in rame, di forma quadrangolare, coniato a nome di Giacomo III Mandelli (1618-1645) nella zecca di Maccagno Inferiore

Nel corso della due giorni dell’1-2 ottobre 2022 saranno inoltre previste visite guidate al borgo di Maccagno Inferiore e un laboratorio dove sarà possibile coniare la propria moneta ricordo della manifestazione.

La zecca di Maccagno Inferiore era stata già oggetto nel 2003 di un ampio volume realizzato da Luca Gianazza – assoluto esperto di questa officina monetaria – e da una mostra presso il Museo “Parisi Valle”, che aveva riscosso un notevole successo di pubblico.

A questo link potete trovare altri dettagli che sono stati anticipati alla stampa locale. Basta cliccare qui, invece, per accedere al portale dello studioso Luca Gianazza. Per visualizzare il programma completo della manifestazione, invece, cliccate qui.